Gabriele Basilico – Dighe del Panperduto, Somma Lombardo (Varese), ottobre 1997




Gabriele Basilico – Impianto idrovoro di San Siro, S. Benedetto Po (Mantova), settembre 1997




Gabriele Basilico – Diga di regolazione Miorina sul lago Maggiore, Golasecca (Varese), maggio 1998




Gabriele Basilico – Impianto idrovoro dell’Agro Mantovano-Reggiano, Moglia di Sermide (Mantova), settembre 1997




Gabriele Basilico – Impianti Agro Mantovano-Reggiano, Revere e Pilastresi sul Po (Mantova), luglio 1998

L’Acqua, all’origine della vita e della grandi civiltà del nostro pianeta, quanto dei profondi squilibri creati tra chi non ne ha abbastanza e chi ne ha troppa, è da secoli interesse prioritario delle architetture più ingegnose, dalle reti idriche Inca e gli impianti di irrigazione dei Sumeri, ai qanāt dell’Impero persiano, i sistemi idraulici della Magna Grecia o gli acquedotti dei romani, tanto ben congegnati da resistere ai secoli e continuare a dissetare metropoli come Roma, insieme a stili di vita con un notevole impatto sull’ambiente e le risorse idrogeologiche.

La Lombardia che deve il suo sviluppo agli impianti di bonifica e di irrigazione, dai navigli ai fontanili, punta ad inserire nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO queste opere per il governo e l’uso plurimo delle acque, grazie al progetto “La civiltà dell’acqua in Lombardia“, avviato nel 2014 da Regione Lombardia e URBIM, l’Unione Regionale dei Consorzi di Bonifica e Irrigazione, partendo dall’indagine sulle Architetture d’acqua di Gabriele Basilico e il suo sguardo sensibile al paesaggio antropizzato.

prosegui la lettura

Architetture d’acqua di Gabriele Basilico pubblicato su Clickblog.it 18 settembre 2017 10:00.

0 Comments

Leave a reply

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

©[2017] IGWORLDCLUB  - V.1.6 by Pierluigi Pantaleoni

igworldclub_logo_white
or

Log in with your credentials

Forgot your details?