La Preghiera di Papa Francesco

La Preghiera di Papa Francesco

Francesco 

La scala percorsa in solitudine, la pioggia battente su una piazza San Pietro deserta, il cielo cupo sopra la capitale. Le intense e suggestive immagini di papa Francesco in preghiera prima di impartire una speciale benedizione urbi et orbi, hanno fatto il giro del mondo.

Questo il nostro post del 28 Marzo pubblicato durante la preghiera.

969 💙 italiani hanno perso la vita.

Il numero dei morti è il più alto di sempre.

Questo virus “è un nemico invisibile, forte e sconosciuto. Possiamo vincere questa guerra contando sul sacrificio di tutti i cittadini. Imploriamo di nuovo il rispetto delle regole”. Così il commissario straordinario per l’emergenza, Domenico Arcuri, nell’incontro stampa. “Oggi distribuiamo 4,1 milioni di mascherine. Negli ultimi 3 giorni ne abbiamo distribuiti 9,6 milioni”. Secondo i dati forniti dalla Protezione civile i nuovi contagiati sono 4.401 (ieri erano stati 4.492) che porta a 66.414 il numero totale, i morti sono 969 (50 relativi a ieri che non erano stati contati) per un totale di 9.134, 589 i guariti.

In questo momento @franciscus prega da solo a Piazza San Pietro.

Da settimane sembra «che sia scesa la sera. Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città». Il buio si è impadronito «delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante». Ci si è «ritrovati impauriti e smarriti». Ma anche «ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, fragili e disorientati», allo stesso tempo «importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme». Ecco che papa Francesco, da solo in una piazza San Pietro deserta, fredda e piovosa, implora Dio di «non lasciarci in balia della tempesta». In questa preghiera speciale voluta per invocare la fine della pandemia, il Pontefice chiede al Signore di «benedire il mondo». Sul sagrato della Basilica presiede in mondovisione un «momento straordinario», dà la benedizione Urbi et Orbi (quella di Natale e Pasqua) e concede l’indulgenza plenaria. Scene e immagini che sono subito storia.
“Ci sentivamo forti, ora chiediamo aiuto”.

Non dimenticatelo, Noi non molliamo.
L’Italia non molla.
Restate a casa.

Urbi et Orbi

Davanti a una piazza San Pietro deserta, @franciscus è in piedi in silenzio, dietro di sé l’immagine della Salus Populi Romani e il Crocifisso di San Marcello, rispettivamente l’icona bizantina di Maria conservata in Santa Maria Maggiore e il crocifisso oggetto della venerazione dei romani che nel 1500 una tradizione narra salvò la città dalla peste. Più sotto sei candelabri illuminano il sagrato silente, in questo venerdì trasformato dal vescovo di Roma in un momento di preghiera nel tempo della pandemia da coronavirus. Le televisioni di tutto il mondo sono collegate in diretta, per un evento che non ha precedenti.

Cupe nuvole coprono il cielo di Roma e scaricano pioggia. È la prima volta che piazza San Pietro è del tutto deserta in presenza del Papa; per questo abbiamo pensato che era giusto condividere con tutti alcuni momenti della benedizione Urbi et Orbi.

“Ci siamo ritrovati impauriti e smarriti”, dice il Papa. E ancora, “tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme, tutti bisognosi di confortarci a vicenda”. Tutti come i discepoli ripetiamo che “siamo perduti”. Anche noi “ci siamo accorti che non possiamo andare avanti ciascuno per conto suo, ma solo insieme”.

Da questo colonnato “che abbraccia Roma e il mondo”, conclude il Papa, “scenda su di voi, come un abbraccio consolante, la benedizione di Dio. Signore, benedici il mondo, dona salute ai corpi e conforto ai cuori. Ci chiedi di non avere paura. Ma la nostra fede è debole e siamo timorosi. Però Tu, Signore, non lasciarci in balia della tempesta. Ripeti ancora: ‘Voi non abbiate paura’. E noi, insieme a Pietro, ‘gettiamo in Te ogni preoccupazione, perché Tu hai cura di noi’”.

Insieme possiamo, together we can.

Di seguito il nostro omaggio video.

Prev L'ITALIA DEI BALCONI
Next 25 Aprile 2020

Leave a comment