Halloween, cosa fare in Italia

Halloween, cosa fare in Italia

Il 31 ottobre è la festa di Halloween e, ogni anno, i negozi e le case si riempiono di zucche, maschere spaventose, streghe e pipistrelli.

La festa di Halloween così come la conosciamo oggi nasce negli Stati Uniti nel XX secolo: durante la notte tra il 31 ottobre e l’1 novembre i bambini, ma spesso anche gli adulti, girano di casa in casa mascherati da creature mostruose per il famoso rito del “dolcetto o scherzetto”. Tuttavia, le origini di Halloween sono antichissime: scopriamo dunque di più su questa ricorrenza che, anche in Italia, è sempre più famosa.

Halloween: significato e storia della festa

In realtà, Halloween non è una festività importata dagli Stati Uniti, come molti pensano: la sua storia e le sue origini sono tutte europee, più precisamente celtiche. Nel corso della storia subirà poi moltissime modificazioni, fino a diventare la festa dalle tinte horror che tutti noi conosciamo.

Halloween viene tradizionalmente collegata alla festa celtica di Samhain, una parola che deriva dall’antico irlandese e significa “fine dell’estate”: i Celti, infatti, come molti altri popoli antichi, misuravano il tempo in base alle stagioni e ai cicli del raccolto, e Samhain era la festa che segnava il passaggio dalla fine dell’estate all’inizio dell’inverno e il momento per l’ultimo raccolto prima dell’arrivo della stagione fredda. Per questo motivo Samhain era la festa più importante per loro, e veniva considerata alla stregua del nostro capodanno.


Oltre a rappresentare un importantissimo momento di passaggio, secondo la tradizione celtica durante la notte di Samhain il velo che separa il mondo dei morti da quello dei vivi diveniva talmente sottile da poter essere “attraversato”: i morti potevano così tornare nel mondo dei vivi ed entrare in contatto con essi. La festa di Samhain era quindi anche un momento in cui celebrare ed onorare i propri cari defunti.

Infine, la tradizione fu importata in America grazie alle intense migrazioni irlandesi dell’800 verso gli attuali Stati Uniti, diventando nel tempo l’Halloween che oggi festeggiamo.

Halloween: curiosità

La storia di Jack-o’-lantern. Uno dei simboli iconici di Halloween è la zucca intagliata, utilizzatissima come decorazione delle case, e anche questa tradizione affonda le sue radici in un’antica leggenda irlandese: quella di Jack-o’-lantern. Secondo la storia, Jack era un fabbro irlandese, che riuscì più volte ad ingannare il diavolo ma che alla fine pagò un prezzo altissimo: rifiutato sia dal paradiso che dall’inferno, Jack fu costretto a vagare come un fantasma nel mondo dei vivi per l’eternità. Si dice che durante la notte di Halloween Jack vaghi per le strade alla ricerca di un rifugio e che, appendendo una zucca illuminata fuori dalla propria casa, si potrà indicare a Jack che lì non c’è posto per lui.


Che cosa significa Halloween?

Come abbiamo visto, Halloween deriva dall’antica festa pagana di Samhain; con l’avvento del cristianesimo, però, questa venne trasformata nel giorno di tutti i santi (noto come Ognissanti). Lo stesso nome di Halloween è legato proprio alla festa di Ognissanti, in quanto deriva da “All Hallow’s Eve”, che in inglese antico significava “vigilia di tutti i santi”.
Oltre alla zucca, un altro simbolo di Halloween sono i pipistrelli: durante la festa di Samhain, infatti, i Celti costruivano dei falò per attirare gli insetti e, di conseguenza, i pipistrelli. Ma saranno le superstizioni medievali su questo animale notturno, associato alle streghe e all’oscurità, a trasportarlo nel mito neo-gotico di Halloween, esattamente come per i gatti neri.
Un’altra icona della notte di Halloween è la luna piena, ma in realtà è molto raro che questa fase lunare cada proprio il 31 Ottobre: attenzione, però, nel 2020 avremo la fortuna di assistere a questa spaventosa combinazione!
Dolcetto o scherzetto (trick or treat) è la formula di rito con cui i bambini, dopo essersi mascherati, si annunciano alla porta dei vicini, reclamando dolci e caramelle. Quest’usanza risale al Medioevo e rimanda alla pratica dell’elemosina: il giorno di Ognissanti, infatti, i mendicanti andavano di porta in porta, ricevendo cibo in cambio di preghiere per i cari defunti.
Anche i costumi di Halloween provengono da un’usanza tramandata dai Celti: la notte del 31 Ottobre, infatti, era dedicata ai sacrifici e, nei tre giorni successivi alla festa, si indossavano pelli di animali morti per esorcizzare e spaventare gli spiriti ritornati sulla terra dalle tenebre.

Gli incantesimi di Halloween

Halloween è il momento perfetto per divertirsi con un po’ di magia: ecco un gioco divertente, da fare con gli amici per conoscere il proprio futuro. Dopo aver posizionato tre piattini (uno vuoto, uno pieno di farina e uno pieno d’acqua) uno accanto all’altro sulla tavola, ci si deve bendare, sedere di fronte ai piatti e sceglierne uno, mettendoci dentro il dito: se si tocca l’acqua ci si sposerà nell’arco dei 12 mesi a seguire, se si tocca il piatto vuoto si avrà un anno di miseria, mentre il piattino con la farina indica ricchezza e felicità.
Secondo una tradizione americana, alla vigilia di Halloween si può scoprire quanto tempo si vivrà, sbucciando una mela senza interrompersi: più lunga sarà la striscia di buccia, più lunga sarà la propria vita.
Vuoi conoscere il volto del tuo futuro marito? Secondo un antico rituale scozzese, ti basterà stendere delle lenzuola bagnate davanti a un fuoco la notte di Halloween.
Se nella notte di Halloween indosserai i vesti al rovescio e camminerai all’indietro, riuscirai a vedere una strega. Hai il coraggio di provare?

Ecco il nostro excursus fra le proposte più interessanti dello Stivale, fra grandi città, piccoli borghi e parchi di divertimento.

MILANO – VISITE GUIDATE DA BRIVIDO
A Milano non si contano le feste e i party a tema, in costume, nei vari locali. Noi preferiamo segnalarvi alcune visite guidate a tema: il 26 ottobre I fantasmi di Milano e S. Bernardino alle Ossa (nella foto sotto) racconta una città misteriosa, macabra e ricca di fantasmi; mentre la sera del 31 ottobre, la visita guidata Halloween a Milano: la notte delle stregheDal patibolo di piazza Vetra ai delitti della Stretta Bagnera, sarete sorpresi di quanti luoghi della città siano stati teatro di tragici eventi e  protagonisti di spaventose leggende…

Info e prenotazioni: www.milanointour.it

LIGURIA – NEL PAESE DELLE STREGHE
Triora, piccolo borgo arroccato nell’entroterra di Imperia oggi Bandiera Arancione Tci, nel medioevo le streghe le bruciavano davvero. Il 31 ottobre e il 1° novembre il paese – che ospita anche un interessante museo della stregoneria – celebra Halloween con diverse iniziative che vanno dai riti sciamanici agli spettacoli pirotecnici, e non mancano gli eventi riservati ai bambini, rigorosamente in costume.

Info: il sito Riviera dei bambinisul sito Bandiere arancioni le altre località bandiera arancione della Liguria.

LAGO DI GARDA – DIVERTIMENTI DA PAURA
Come è ormai tradizione, dal 5 ottobre per tutti i weekend del mese e fino al ponte di Ognissanti – dal 31 ottobre al 3 novembre – zombie, streghe, vampiri e mostri di ogni genere invadono il Parco divertimenti di Gardaland, a Castelnuovo del Garda (Verona).
Novità di quest’anno sono i Venerdì da Paura: l’11, 18 e 25 di ottobre il parco prolunga la sua apertura oltre le 18 e fino alle 23 per un’esclusiva serata animata da eventi coinvolgenti e interattivi. Durante i Venerdì da Paura andrà in scena al Gardaland Theatre Macabre, con coreografie e numeri acrobatici “reinterpretati” in chiave horror, con protagonisti zombie, demoni e vampiri. La zombie escape walk e uno show finale pirotecnico saranno la degna conclusione di una serata… da paura.
Per tutto il mese, presso il teatro della Fantasia e altre location del parco si susseguiranno spettacoli a tema adatti anche ai più piccoli; il 31 ottobre, notte di halloween, torna poi Halloween Party che trasforma piazza Ramses (nella foto sotto) in una grande discoteca all’aperto.

EMILIA – FANTASMI AL CASTELLO
Cosa c’è di meglio che trascorrere la notte di Halloween in un castello sul quale circolano da sempre oscure leggende? Castelli del Ducato, il circuito di fortezze storiche dell’Emilia Romagna, ha per la notte di Ognissanti un programma denso di emozioni. Anzi, in alcuni casi gli eventi a tema iniziano alcuni giorni prima.

Sono 8 i castelli e manieri protagonisti di eventi di Halloween, nel 2019. Si tratta in genere di visite guidate tematizzate, spesso con figuranti in costume, di cene a lume di candela, di passeggiate paurose nei sotterranei o nei parchi.

Numerose le proposte riservate ai bambini, in genere dai 4 anni in su.
Fra le sedi, citiamo il castello di Contignaco, il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino di Salsomaggiore Terme (con apertura straordinaria della prigione nella torre), il Castello di Gropparello, il Castello di Rivalta, la Rocca Viscontea di Castell’Arquato, il Castello di Varano de’ Melegari, la Rocca San Vitale di Fontanellato, che per l’occasione ha scelto animazioni ispirate al Dias de Los Muertos latinoamericano.
La Fortezza di Bardi, da parte sua, organizza due notti horror a tema zombie, il 31 ottobre e il 1° novembre, riservate a un pubblico adulto.

Per info e prenotazioni (obbligatorie) consultare il sito www.castellidelducato.it.

 ROMAGNA – PAURA NEI PARCHI

Anche i parchi di divertimento della Romagna sono aperti per Halloween ospitando eventi a tema.

Mirabilandia l’horror festival inizia sabato 5 ottobre con tre aree riadattate per l’occasione e consigliate a partire dai 12 anni – il Far West diventa Zombieville, poi ci sono la Steampunk Revolution (nell’area Katun) e la novità 2019, Scary Movies (con i grandi villain del cinema horror, da Freddie Krueger a Chucky, che vi aspettano nell’area Divertical) –, sei Tunnel dell’orrore per gli adulti e due riservati ai più piccini.
Per i più coraggiosi (età minima 16 anni) torna nelle notti del 31 ottobre, dell’1 e del 2 novembre l’Extreme Horror Experience, un viaggio che promette di essere terrorizzante fra container del terrore, percorsi incappucciati e così tanti mostri da non riuscire a contarli.

Decisamente più rivolta alle famiglie e ai bambini la proposta dei parchi della riviera romagnola. Oltremare, il family experience park di Riccione (ne avevamo parlato anche qui) mette in scena per il 31 ottobre e il 1° novembre spettacoli a tema: in Laguna l’Happy Halloween Show precede il classico show dei delfini; mentre il Mulino del Gufo ospita Il Tramonto Magico – il Volo dei Rapaci in versione Halloween. Le sorprese non finiscono qui: un laboratorio di maschere da spaventapasseri (da portare a casa) e una gara a squadre per vestirne uno vero, animeranno il family experience park.

L’Acquario di Cattolica propone dal 31 ottobre al 4 novembre un percorso di visita tematizzato allestito in collaborazione con la Notte delle Streghe di San Giovanni in Marignano; ogni pomeriggio l’Acquario organizza una visita molto particolare, la Marcia delle Lanterne magiche: fra Squali toro, meduse fluorescenti, serpenti, caimani e altre creature marine, sarà sorprendente scoprire ime è facile avere paura… sott’acqua.
Dal 31 ottobre al 3 novembre, ogni pomeriggio, truccabimbi e laboratorio gratuito (max 50 bambini ogni giorno) per creare le proprie lanterne magiche  e portarle a casa per illuminare le proprie camerette.

All’Italia in miniatura di Rimini Halloween 2019 diventa una festa musicale: i giorni 1, 2 e 3 novembre, strumenti da suonare a disposizione degli ospiti e laboratori  per costruire coloratissime maracas (da portare poi a casa) e fare baldoria in stile Dia de los Muertos messicano, dietro a una Zombie Band itinerante.  E naturalmente, truccabimbi gratuito (nella foto sotto, un giovanissimo zombie).

Infine, segnaliamo che nei parchi Oltremare Riccione, Acquario di Cattolica e Italia in Miniatura di Rimini, i giorni 31 ottobre e il 1° novembre, i bimbi in maschera pagano solo 5 euro.

TOSCANA – SUL PONTE DEL DIAVOLO
Lucca ospita dal 1° novembre Lucca Comics & Games evento che pur non essendo direttamente correlato con Halloween ospita migliaia di persone in costume (i cosplayer).

Ma la capitale toscana di halloween resta Borgo a Mozzano, piccolo centro della Valle del Serchio proprio in provincia di Lucca. Il paese, celebre per il Ponte del Diavolo dalle arcate asimmetriche, dal 1993 ospita una serie di eventi per Halloween che culminano, la notte del 31 ottobre, in uno show di luci, suoni, attori e fuochi d’artificio in cui si rivive la leggenda di Lucinda, nobildonna lucchese che sacrificava i propri amanti al diavolo per essere eternamente giovane e bella. E ancora, zombie parade, giochi di ruolo a tema vampiri e tante altre attività per un pubblico adulto.
Info e prenotazioni: www.halloweencelebration.it.

MARCHE – CORINALDO E GRADARA
Compie vent’anni la festa di Halloween più amata delle Marche: la ospita Corinaldo, Bandiera arancione Tci nell’entroterra di Ancona, borgo medievale, murato e ricco di suggestioni storiche e di tradizioni. Dal 27 al 31 ottobre Halloween la festa delle streghe ha come tema la Sorpresa. Numerosi gli stand e le attrazioni per grandi e piccini, fra le quali spiccano la Torre delle trasformazioni e il Tunnel della paura. La sera, concerti, spettacoli teatrali e pirotecnici. Evento nell’evento, la tradizionale elezione di Miss Strega (nella foto sotto), a cui può partecipare chiunque… uomini compresi.
Info: sito di Halloween Corinaldosul sito di Bandiere arancioni le altre località bandiera arancione delle Marche.

La rocca di Gradara (PU) e il suo borgo rappre­sentano una delle strutture medievali meglio conservate d’Italia e le due cinte murarie che proteggono la fortezza la rendono anche una delle più imponenti. È quindi una cornice ideale per festeggiare Halloween. Dal 31 ottobre al 3 novembre località Bandiera arancione propone un calendario di appuntamenti e itinerari per adulti e bambini. Info qui.

ROMA E DINTORNI – ZOOMARINE, LUNEUR e MAGICLAND

Un mese di eventi, feste a tema, spettacoli, la possibilità di trascorrere due notti da brivido in tenda dentro il parco, sette spaventosi percorsi e un contest per premiare Miss Horror Zoomarine. Questo in breve il programma di Halloween di Zoomarine, il parco tematico e acquatico a Torvaianica, frazione di Pomezia, sul litorale romano.
Il 31 Ottobre, Halloween si festeggia tra mostri, percorsi horror, parate in costume, show notturni, e fontane danzanti. I sette percorsi horror – Circo abbandonato, Miniera delle Tenebre, Labirinto del Ragno, Draghi e Magie, La Clinica (questo riservato agli adulti), Piccoli Brividi, Galeone Maledetto (quest’ultimo premio speciale della giuria ai Parksmania Awards 2018) – garantiranno agli ospiti brividi per tutti i gusti e per tutte le età. E se non bastasse, tutto il mese i bambini in maschera entrano gratis.

Rainbow Magicland, il parco di divertimenti a Valmontone, all’inizio dell’autostrada Roma-Napoli, dal 12 al 31 ottobre propone cinque tunnel del terrore per gli adulti (Haunted Hotel, Zombie attack, Doomed Circus, Vampire Dungeon La maledizione di Tutankhamon) e due per i più piccini: Il museo dell’orrore e Trick or Treat.
Nel parco saranno allestite postazioni trucco per adulti e bambini, e anche gli spettacoli saranno a tema. E dopo le 18, i sabati di ottobre – 12, 19, 26 – e il giorno 31 – il Parco sarà invaso dagli zombie.
E anche a Magicland, un bambino in costume di Halloween accompagnato da un adulto pagante entra gratis.

PUGLIA – IL CONTRO HALLOWEEN
Orsara di Puglia (Fg), Bandiera arancione Tci, non si festeggia Halloween, ma Ognissanti. Nella giornata e per tutta la notte di martedì 1 novembre, con l’antichissima ricorrenza di Fucacoste e Cocce priatorije (Falò e teste del purgatorio), va in scena un’usanza peculiare e antichissima, quella della condivisione del cibo per strada, accanto al fuoco. Ogni famiglia orsarese, infatti, organizza un falò e un banchetto da condividere con parenti e amici. Per i visitatori, spettacoli itineranti di giocoleria, mangiafuoco e trampolieri, concerti e processioni.

Due Numeri

Una festa per i bambini, ma non solo. Halloween si è rapidamente trasformata in una ricorrenza che coinvolge anche i giovani adulti. Sono, infatti, gli under 30 a generare il 75% del business, che – secondo quanto rilevato dalla Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi – si attesta sui 29 miliardi di euro. Ovviamente i livelli di coinvolgimento sono diversi. C’è chi ne approfitta per organizzare una cena casalinga a tema, chi partecipa a una festa (con tanto di travestimento e make up ad hoc) e chi si limita a comperare al supermercato un dolce a forma di zucca.

I settori coinvolti sono numerosi. In prima fila ci sono i locali pubblici (come bar, ristoranti, discoteche, locande) e il comparto dei giocattoli e degli oggetti per le feste. Ma fanno buoni affari anche gli event planner, i pasticceri, le agenzie di viaggio e le compagnie aree, che – in concomitanza con Halloween – lanciano offerte speciali.

Nel complesso si tratta di oltre 150mila imprese, dislocate in varie regioni il paese. A guidare la classifica è la Lombardia, dove ha sede il 15% di queste attività, seguita da Lazio e Campania.

A Cura di | Luca Bonora e Anna Zinola

Prev Autunno, il foliage in Italia
Next Mercatini di Natale 2019

Leave a comment